Ethical Hacking: guardare alle difese con gli occhi di un criminale per renderle più sicure.

Se desideri testare la tua rete aziendale allora hai bisogno del servizio di ethical hacking. Il mondo della sicurezza informatica si divide in attaccanti e difensori, ma questo non significa che i buoni stiano tutti da una parte e i cattivi dall’altra.

Le aziende moderne hanno tutte bisogno di una infrastruttura di difesa informatica se vogliono evitare di restare in balia dei criminali, ma costruirne una che davvero riesca a tenere fuori i malintenzionati non è per niente facile.

Ci occupiamo quindi di verificare le possibilità di accesso alla vostra rete, con un metodo etico e che non genera alcun tipo di danno informatico.

Ethical hacking

Ethical hacking? Contattaci per un consulto.

Ethical hacking: cos'è e come funziona

Ethical hacking: essere attaccati, per essere protetti

Le difese devono essere strutturate in livelli sovrapposti, in grado di intervenire con modi e tempi diversi per far sì che un criminale venga identificato anche se riesce a superare uno strato difensivo, ma non sempre il progetto fatto a tavolino riesce a esser trasportato nella rete senza perdere di efficacia e serve un ventaglio molto ampio di abilità e conoscenze per arrivare al risultato finale voluto.

Come possiamo esser sicuri che la difesa regga?

Il servizio di ethical hacking tenta appunto un attacco informatico, per capire quanto una infrastruttura possa reggere. Quando un’azienda ha completato la sua infrastruttura di sicurezza, può cadere nell’errore di pensare che abbia finalmente messo in sicurezza i suoi dati, ma questo spesso non è vero. Quando le difese sono state approntate, deve iniziare il lavoro di affinamento e perfezionamento, perché le maglie costituite dai vari prodotti e procedure riescano a risultare abbastanza strette da tenere a bada i criminali. Ma chi ha progettato una difesa non è, probabilmente, la persona migliore per testarla e, di sicuro, non si può chiedere ai veri criminali informatici di darci una mano. Ecco, quindi, che torna molto utile l’hacking etico: il nostro servizio che prevede la pratica della violazione dei sistemi a fin di bene.

Quali sono i benefici dell’ethical hacking?

Il primo punto a favore dell’hacking etico è che permette di rendere molto più solide le difese di un’azienda perché scopre le vulnerabilità che gli attaccanti userebbero per entrare nella rete aziendale o nei dispositivi dei dipendenti. Una dei maggiori punti di forza delle operazioni condotte dagli hacker etici è che possono mettere in campo professionalità ed esperienze che spesso non sono presenti nelle aziende.

Chi sono gli hacker etici?

In generale, ci sono tre tipi di hacker: i White hat, i Grey hat e i Black hat. I White hat sono a tutti gli effetti hacker etici e lavorano secondo norme stringenti per migliorare la sicurezza dei sistemi aziendali. Di solito vengono ingaggiati direttamente da chi vuole mettere alla prova le proprie difese e viene stilato un contratto molto chiaro in cui viene dato l’incarico.

Questa è una tutela indispensabile per chi svolge questo lavoro in quanto stabilisce quali sono i limiti entro i quali l’hacker può muoversi (niente minacce ai dipendenti, per esempio), garantendo l’immunità a chi lancia gli attacchi di test.

I gray hat, invece, sono hacker etici che svolgono un lavoro di verifica e analisi delle strutture informatiche senza aver prima concordato alcunché con i bersagli. Il loro lavoro è prezioso perché spesso utile, ma genera dei problemi all’interno delle aziende prese di mira perché si ritrovano a fronteggiare dei veri e propri attacchi senza avere alcuna idea sulle reali intenzioni di chi li sta bersagliando.

I black hat, infine, sono dei criminali: pirati informatici che violano sistemi solo per il proprio tornaconto e che si guardano bene dall’avvisare le vittime a meno che non vogliano ricattarle.

Parlaci dei tuoi progetti di ethical hacking

Un servizio di ethical hacker per verificare l’effettiva capacità della vostra azienda a resistere ad un attacco informatico.

Per difendersi dai criminali servono professionisti dal background tecnico molto solido e dall’etica eccezionale. Gli hacker etici servono l’industria da anni e contribuiscono continuamente a renderla più sicura, tanto che moltissime aziende produttrici di software e hardware hanno dei programmi di ricompensa dedicati a chi segnala loro vulnerabilità e bug che possono mettere in pericolo l’integrità e la confidenzialità dei dati.

Contattaci usando il modulo qui a fianco oppure facci una telefonata in ufficio.

    Audit di sicurezza informatica

    I rischi associati alla sicurezza informatica crescono ogni giorno e con loro la consapevolezza che per prevenirli e affrontarli bisogna affidarsi a dei professionisti del settore che sappiano come affrontare audit di sicurezza informatica, individuare i problemi e gestirli, proteggendo le aziende e gli utenti dal punto di vista della cyber security. Conoscere le evoluzioni del rischio informatico è fondamentale per chi svolge l’audit per capire se l’utente o l’organizzazione stanno utilizzando gli strumenti adatti per proteggersi da tali pericoli.

    leggi altro
    Disaster Recovery: prepararsi al peggio per reagire al meglio

    Ogni azienda ha bisogno di un piano di disaster recovery. Per quanto questo possa essere articolato su più piani, quello del fronte informatico deve sempre essere centrale perché l’infrastruttura IT serve per coordinare e tenere sotto controllo tutte le operazioni produttive e di business. Per fortuna, grazie al cloud è oggi relativamente semplice creare infrastrutture che possono tornare operative in pochi minuti e fornire una solida base al recupero della piena operatività.

    leggi altro
    Vulnerability assessment: una misura imprescindibile per evitare intrusioni.

    Il Vulnerability Assessment è una pratica indispensabile per tenere la propria infrastruttura di sicurezza informatica aggiornata e al passo con le tecniche usate dei criminali. Svolto a intervalli regolari, mette al sicuro l’azienda dall’obsolescenza del software e dalle problematiche che sorgono con l’espansione delle procedure e del parco digitale. Secondo il GDPR è uno dei requisiti immancabili alle buone pratiche di sicurezza informatica aziendale.

    leggi altro
    Penetration Testing: un indispensabile mix di competenze tecniche e umane

    Il penetration testing, anche conosciuto come Pen-Test, è una delle operazioni più complesse nell’ambito della sicurezza informatica e riveste un ruolo assolutamente centrale nell’ottenere un livello di copertura sufficiente a scongiurare la maggior parte degli attacchi.

    leggi altro
    Ethical hacking: guardare alle difese con gli occhi di un criminale per renderle più sicure.

    Il mondo della sicurezza informatica si divide in attaccanti e difensori, ma questo non significa che i buoni stiano tutti da una parte e i cattivi dall’altra. Le aziende moderne hanno tutte bisogno di una infrastruttura di difesa informatica se vogliono evitare di restare in balia dei criminali, ma costruirne una che davvero riesca a tenere fuori i malintenzionati non è per niente facile.

    leggi altro

    Vuoi maggiori informazioni su di noi o sui nostri servizi?